sabato 25 febbraio 2012

ASD Torrevecchia-ASD San Martino: 4 a 0 con tripletta dell'arbitro.


Dopo oltre 3 settimane di riposo forzato causa neve finalmente riprende il campionato di calcio di Terza Categoria teatina. L'ASD San Martino è ospite del Torrevecchia, partita per nulla facile dopo il breve letargo di risultati della squadra martinese e soprattuttto dopo il lungo letargo da neve che ha impedito ai nostri di prepararsi in maniera soddisfacente causa impraticabilità del terreno di allenamento. I padroni di casa sono una delle squadre più forti del campionato ma l'ASD San Martino ha voglia di giocare ed è bello carico. Nel primo tempo la partita è piuttosto equilibrata seppur è evidente il divario tra una squadra che punta ai play off promozione e una squadra tornata quest'anno alla competizione. Verso la mezz'ora tuttavia la partita termina....ed inizia una gara diversa, una sorta di triangolare che vede partecipare il Torrevecchia, l'arbitro ed il San Martino, con i primi 2 all'attacco di quest'ultimo. Il primo episodio saliente è un calcio di rigore assegnato in maniera piuttosto discutibile ai padroni di casa e che prontamente segnato da questi ultimi permette al Torrevecchia di andare al riposo in vantaggio per 1 a 0. Nulla sembra esser perduto per gli ospiti, che tornano in campo nella ripresa vogliosi di recuperare il risultato, riuscendo anche a rendersi pericolosi e a tessere buone trame. Ma il terzo partecipante al triangolare ci mette nuovamente lo zampino, fischiando sempre a senso unico. Questo scoraggia ed innervosisce allo stesso tempo la giovane squadra martinese, che subisce il 2 a 0 attorno al 15 della ripresa. Ma se triangolare deve essere che triangolare sia: l'arbitro espelle prima l'attaccante martinese di Meo, lasciando la squadra dell'ASD San Martino in 10 e facilitando il 3 a 0 dei padroni di casa. Poi per concludere in bellezza, a 15 minuti dalla fine viene espulso anche Manuel di Tullio(NELLA FOTO, MANUEL ASPETTA L'ARBITRO A FINE PARTITA, SENZA ALCUN RANCORE ED ANZI PORGENDOGLI UN REGALO BENEAUGURANTE DI LUNGA VITA). Nel finale quarto gol dei padroni di casa su rigore con gli ospiti in 9. Partita che era iniziata in maniera equilibrata con i martinesi che tenevano bene il campo nonostante avessero per forza di cose meno gamba del solito, ma che ha smesso di essere un incontro di calcio quando l'arbitro da giudice si è tramutato in carnefice per i martinesi. Un bravo ai nostri ragazzi che in condizioni normali sicuramente sarebbero riusciti a disputare ben altra partita.(NELLA FOTO IN BASSO, UNA AZIONE DELLA PARTITA)

Nessun commento: