sabato 17 marzo 2012

Bucchianico- asd san martino: 3-1 onorevole in casa della capolista..ma poteva finire anche meglio.

In casa della capolista l'ASD San Martino parte bene e gioca una buona partita, ma alla fine non riesce a tenere a bada la squadra di casa che tuttavia vince la partita solo per leggerezze martinesi e grazie ad una buona dose di fortuna.Squadre che si fronteggiano a viso aperto, con i martinesi che sin da subito tengono bene testa alla capolista.Nei primi venti minuti del primo tempo non vi sono tiri in porta ne da una parte ne dall'altra, ma una brutta tegola colpisce i martinesi: infortunio al ginocchio dell'esperto e forte centrale difensivo Pompilio, al rientro dopo alcuni problemi fisici.Entra al suo posto Manuel Di Tullio, che purtroppo vedrà la sua prova caratterizzata da molto nervosismo e da alcuni episodi che influenzeranno la prestazione martinese. Poco prima che scocchi la mezz'ora in padroni di casa si portano in vantaggio fortunosamente: tiro deviato involontariamente dal centravanti del Bucchianico, che in realtà prende la palla in pieno volto inavvertitamente. L'ASD San Martino a questo punto potrebbe sbandare ma invece i ragazzi rispondono alla grande e si scagliano con veemenza contro gli avversari, trovando il gol del meritato pareggio al 35esimo minuto, grazie ad uno straripante Piero Fusarò che si beve ben due avversari e con un bel tiro e la complicità del portiere avversario porta gli ospiti in parità.La partita sembra volgere a favore dei martinesi ma subito le speranze vengono meno:altra tegola ed infortunio all'altro centrale titolare Andrea Pironti,al posto del quale entra Drini Metushi.Il primo tempo tuttavia sembra volgere tranquillamente alla fine quanto il difensore martinese Di Tullio compie uno scellerato fallo(scoordinato e fuori tempo) nettissimo in piena area regala il calcio di rigore al Bucchianico. A peggiorare la situazione c'è la reazione del difensore, che si lancia in proteste ed offese in maniera tale che l'arbitro non può esimersi dall'espellerlo. San Martino in 10, rigore battuto perfettamente e 2 ad 1 per il Bucchianico a fine primo tempo.Al rientro in campo ci si aspetta un ASD San Martino vittima sacrificale degli avversari, costretto in 10, senza pedine fondamentali in difesa ed alla mercè della capolista...ed invece i ragazzi martinesi non solo vogliono salvare l'onore ma addirittura provano a cercare la via del pareggio impegnandosi allo stremo con grandissimo spirito di sacrificio.Ottimo il nuovo assetto disegnato da Mr Esposito, che sposta Antonio Masciarelli in regia e lascia davanti Piero Fusarò.Il San Martino riesce a rendersi pericoloso con tiri dalla distanza e si giova in fase difensiva di Francesco Masciarelli,che nel ruolo di libero sembra trovare una dimensione più consona rispetto all'impiego a centrocampo, disimpegnandosi come uno dei migliori di tutta la squadra. Nel finale gli ospiti tentano il tutto per tutto con l'ingresso di Emiliano Di Meo al posto di Stefano Di Cola, ma purtroppo l'ASD San Martino, dopo numerosi contropiedi rintuzzati sempre alla grande da Francesco Masciarelli è costretto a subire il 3 ad 1 del Bucchianico.Gli ospiti neanche a questo punto però si abbattono e continuano a giocare molto bene:alla fine della partita l'incontro terminerà tra gli applausi di entrambe le tifoserie, a tributare la vittoria del Bucchianico ma gli onori del campo ad i martinesi.Arbitraggio perfetto.

LE PAGELLE
Campo: in ottime condizioni, sintetico non di ultima generazione.
Temperatura: giornata con temperature da fine primavera, molto calda
Pubblico:oltre 200 persone con buona presenza martinese

TITOLARI
Mario Gallo:7 incolpevole sui gol,ma nel secondo tempo con due grandi parate lascia accesa la fiammella della speranza.
Marco Pompilio: 6.Dopo essersi snaturato nel ruolo di centrale per tutta la stagione, torna alla fine nel suo ruolo naturale, dove ha disputato oltre 700 partite. Esce purtroppo a metà primo tempo per un brutto infortunio che speriamo non sia nulla di grave e non lo tenga troppo lontano dal campo. Forza Marcolì:-)
Fabio Cellucci: 6,5. Il Bucchianico gli fa il solletico, sia perchè i padroni di casa attaccano spesso sull'altra fascia, sia perchè sono costretti a farlo perchè dalla sua parte non si passa.
Andrea Pironti: 6,5. Impeccabile sino all'infortunio. Anche a lui un grosso in bocca al lupo e gli auguri per un pronto rientro. Daglie Andrè!
Francesco Masciarelli: 7+. Un esperimento venuto in mente a Mr Esposito che da ottimi frutti..contro il Rapino vedremo se oltre ad una buona intuizione può diventare un vero e proprio punto di forza nel nuovo ruolo.
Stefano Di Cola:5,5 Corre tanto come sempre, ma stavolta quasi sempre a vuoto. Incide poche e quando viene sostituito non lo prende proprio benissimo e correttamente.Avrebbe meritato la sufficienza stretta ma per quest'ultimo episodio per punizione:-)si becca una insufficienza.
Tommaso Odorisio:6. Corre tanto anche lui, ma è molto più lucido in fase di costruzione.
Gianpiero Di Valentino: 5,5. Viene messo in mezzo dal fortissimo centrocampo del Bucchianico, e riesce anche ad arginarlo decentemente. Peccato però che in fase di costruzione porti troppo la palla perdendola spesso. Aspettiamo che torni al pieno della sua forma.
Piero Fusarò:7. Segna il gol e si beve nell'azione ben due dei forti difensori della capolista. Iniziamo
a vedere finalmente anche convinzione nei propri mezzi.
Ricky Sula Ferit: 6-. Ha voglia di fare ma non conclude molto. Tira fuori due buone punizioni. Aspettiamo che anche lui torni presto al meglio..e pure all'allenamento(giovedì scorso non c'era!:-P)
Antonio Masciarelli:6,5 Il più pericoloso dei martinesi, come del resto indica chiaramente il suo score in campionato.
Stavolta non riesce a segnare. Nel primo tempo non c'è trippa per gatti, troppo isolato nel bunker avversario prende calci alla grandissima. Nel secondo, arretrato da regista, mette maggiormente in difficoltà gli avversari e soprattutto il portiere di casa, con tiri da lontano.

SUBENTRATI

Manuel Di Tullio:3 e no comment. entra nervosissimo, fa un fallo da rigore da tipica "vista annebbiata" iraconda, viene espulso e si scaglia incomprensibilmente ad insultare chiunque gli si pari davanti(arbitro, avversari e compagni).E cosa più grave di tutte, butta la maglia dell'ASD San Martino fuori dal campo dopo essersela tolta. Lo perdoniamo solo perchè è molto giovane(altrimenti era da 1) e forse da tutto questo imparerà il rispetto per i compagni e la società. Il voto non è reale, ma indica l'età che sembrava avere in questo frangente (e per fortuna non ha buttato le maglie rosa e nere..che sennò me le rimborsava:-)...scherzi a parte bravo a scusarsi con tutti successivamente).
Drini Metushi:6,5. Il ragazzo inizia ad ingranare. Fronteggia bene i padroni di casa e segue alla lettera le direttive di Francesco.Non demerita affatto.
Emiliano Di Meo.6+. Quando si dice la forza di una grande carriera: la sua sola presenza fa arretrare il baricentro
dei locali di oltre 15 metri. Anche se non incide tantissimo, si fa sentire alla grandissima per carisma e tecnica.
Cosimo Fusarò: S.V. Gioca gli ultimi 10 minuti a gara decisa.

Nessun commento: