martedì 12 maggio 2015

ASD San Martino - Sant'Anna Chieti

 Per il secondo anno di fila e in due categorie differenti l'ASD San Martino si ritrova a metà maggio a disputare una finale di play off. Dopo un campionato stupendo che per larghi tratti ha visto capolisti i martinesi e dopo aver perso il titolo per un solo punto ma averlo vinto "in pectore" sul campo, la piccola San Martino sulla Marrucina si appresta a sfidare una delle squadre storiche della grande Chieti, il Sant'Anna. Le due squadre hanno meritato di giocarsi la finale come già aveva espresso il campionato nelle sue 26 giornate, vedendole seconda e terza classificata. Il San Martino infatti ha totalizzato 49 punti, grazie alla miglior difesa del girone (32 gol subiti) ed al terzo attacco (54 gol realizzati, grazie alla coppia Franceschini-Fusarò alla quale hanno dato man forte molti altri giocatori andati a segno). Il Sant'Anna invece, terzo classificato finale, ha totalizzato 47 punti, con la difesa peggiore rispetto ai martinesi (37 i gol subiti) ma con il secondo attacco del campionato (59 gol, dietro ai Palena con 59), seppur senza punti di riferimento sui marcatori, dei quali non abbiamo comunicazione. Il primo turno dei play off ha avuto un andamento molto simile per le due finaliste: i martinesi, dopo una gara altalenante, sono riusciti a pareggiare al 119 ed a superare il turno grazie ad un 3 a 3. I teatini hanno invece vinto contro il forte Palena ma sudando ugualmente per arrivare in porto con il 3 a 2 finale. Finiscono qui le cose in comune: le due squadre infatti hanno caratteristiche diverse. I martinesi sono un bunker in casa ma anche fuori segnano molto mentre i teatini segnano moltissimo sul campo di casa ma questo non gli ha impedito di perdere tre partite a Chieti, mentre fuori casa segnano meno vincendo spesso con poco scarto. I martinesi sono inoltre bravi nel gioco lungo e sulle fasce, abituati al gioco sui terreni in erba, mentre i teatini manovrano di più con schemi tipici del calciotto abituati a giocare palla a terra come permette il loro campo in sintetico. E proprio il campo rischia di essere il peggior nemico per i martinesi: infatti si giocherà a Scafa, dove il terreno è sintetico (i martinesi quest'anno su questa superficie hanno spesso perso) ed oltretutto il campo è molto grande. L'ASD San Martino dovrà quindi fare una grandissima gara, cercando di non sprecare le occasioni e buttando il cuore oltre l'ostacolo, correndo più del pallone. Del resto la differenza tra le due squadre è minima: all'andata sul sintetico di Chieti il Sant'Anna si è imposto per 3 a 2, mentre il ritorno sul morbido di Casacanditella ha visto prevalere i martinesi per 2 a 1. Fossimo stati nelle coppe europee avremmo eliminato l'avversario...ed in campionato gli siamo arrivati davanti. Ma per dimostrare la nostra superiorità dovremo battere il Sant'Anna sul campo. Grazie ad uno dei nostri talenti, al gioco di squadra o anche ad un pò di fortuna! Ma anche questa dobbiamo meritarcela. FORZA SAN MARTINO!!!!


Nessun commento: